Riconoscimento per l’idoneità di laboratori allo svolgimento delle operazioni di verificazione periodica

Riconoscimento per l’idoneità di laboratori allo svolgimento delle operazioni di verificazione periodica

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Il riconoscimento del laboratorio per l’esecuzione della verificazione periodica, viene rilasciato a condizione che la ditta richiedente operi in regime gi garanzia della qualità per la parte inerente la metrologia legale.
L’istanza, libera da imposta di bollo ed utilizzando i modelli (Mod. 6) predisposti dall’Ufficio metrico, deve essere presentata dal legale rappresentante alla Camera di Commercio della provincia nella quale il medesimo ha la sede operativa principale.
Il richiedente deve indicare:

  1. le categorie degli strumenti di misura per le quali si chiede il riconoscimento dell’idoneità, specificando in maniera puntuale le caratteristiche metrologiche atte ad identificarli (categoria, relativa portata, classe di precisione, ecc);
  2. gli strumenti e le apparecchiature possedute e ritenute idonee per l’esecuzione della verificazione la cui documentazione riguardante le caratteristiche tecniche ed operative deve essere obbligatoriamente conservata;
  3. i campioni di riferimento posseduti dal laboratorio e tarati con riferibilità ai campioni nazionali ed internazionali, da laboratori di taratura accreditati da organismi aderenti alla European Cooperation for Accreditation (EA);
  4. il personale incaricato della verificazione con relative qualifiche e titoli professionali, individuando il responsabile della verificazione.

Il richiedente deve inoltre assumersi l’impegno:

a) di comunicare, alla Camera di Commercio nel cui ambito territoriale si trovano gli strumenti verificati, i dati identificativi delle operazioni di verificazione effettuate entro i termini precedentemente stabiliti, utilizzando procedure informatiche da concordare con l’Ufficio metrico;
b) di inviare, entro trenta giorni dalla conclusione delle visite ispettive effettuate a qualunque titolo dall’organismo di certificazione, i relativi rapporti alla Camera di Commercio di Latina – Ufficio metrico anche attraverso lo stesso organismo di certificazione;
c) di comunicare alla Camera di Commercio di Latina – Ufficio metrico, entro i due successivi giorni lavorativi, ogni eventuale variazione intervenuta rispetto alle documentazioni e alle dichiarazioni formulate nella domanda per il riconoscimento.

Alla domanda devono essere allegati:
a) il manuale della qualità del laboratorio, in forma controllata, corredato: dai certificati di taratura, emessi da laboratori di taratura accreditati da organismi aderenti all’EA, dei campioni di riferimento posseduti dal laboratorio; dalle procedure e istruzioni tecniche inerenti l’esecuzione della verificazione periodica degli strumenti di misura;
b) un esemplare, anche in formato elettronico, del contrassegno alfanumerico e dei sigilli che il laboratorio applicherà sugli strumenti di misura verificati positivamente;
c) la planimetria, in scala adeguata, dei locali adibiti a laboratorio di verifica in cui risulti indicata la disposizione delle principali attrezzature.

Alla domanda deve altresì essere allegata una certificazione, ovvero dichiarazione sostitutiva di atto notorio resa ai sensi della vigente normativa, diretta ad assicurare:
a) che il laboratorio e tutto il relativo personale sono indipendenti da vincoli di natura commerciale o finanziaria e da rapporti societari con gli utenti metrici;
b) che il personale incaricato della verificazione è in possesso di un’adeguata formazione tecnica professionale, di una conoscenza soddisfacente delle prescrizioni relative ai controlli e che si impegna a rispettare il vincolo del segreto professionale;
c) che il laboratorio, qualora facente parte di un’organizzazione più ampia, con interessi diretti o indiretti nel settore degli strumenti di misura, risulta autonomo e separato dall’eventuale attività di manutenzione e riparazione;
d) che il laboratorio sia accreditato, per la parte inerente l’esecuzione della verificazione periodica degli strumenti di misura, da un organismo aderente all’EA il quale di un accordo di mutuo riconoscimento che operi secondo la norma UNI CEI EN 45003, ovvero che il laboratorio operi, per la parte inerente l’esecuzione della verificazione periodica degli strumenti di misura, secondo sistemi di garanzia della qualità valicati da un organismo accreditato a livello nazionale o comunitario in base alla norma UNI CEI EN 45012.

La domanda deve infine essere accompagnata dalla ricevuta del versamento della somma di € 1000,00 a favore della Camera di Commercio di Latina.
Il laboratorio riconosciuto idoneo è sottoposto a periodiche ispezioni annuali, ad intervalli casuali e senza preavviso, da parte della Camera di Commercio di Latina.
Il provvedimento di accreditamento è soggetto a rinnovo annuale, previo pagamento di una somma pari a € 500,00 da versarsi entro il mese di gennaio di ogni anno.
La Camera di Commercio di Latina comunica a tutte le altre Camere di Commercio ed ai soggetti interessati gli estremi del provvedimento di accreditamento, procedendo ad inserire i medesimi nell’apposito elenco informatico, consultabile da tutti gli interessati anche per via telematica.

Contatti
Segreteria – tel. 0773 672236 angela.cicconi@lt.camcom.it
Paolo Cicconi – tel. 0773 672279 paolo.cicconi@lt.camcom.it
Annibale Mansillo – tel. 0773 672239 annibale.mansillo@lt.camcom.it
PEC: metrico@lt.legalmail.camcom.it