Regolazione del mercato e tutela dei consumatori

Regolazione del mercato

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

Servizi di regolazione La Camera di commercio svolge una serie di servizi mirati alla regolamentazione del mercato. Si tratta di servizi che vanno dalla risoluzione di controversie (arbitrato e conciliazione), all’informazione economica, alla formazione fino all’assistenza alle imprese.

La Camera di Commercio di Latina è particolarmente attiva in questo campo e costituisce uno dei partner pubblici principali del sistema economico locale.

I SERVIZI:

  •     Regolazione del mercato
  •     Informazione economica
  •     Formazione
  •     Assistenza alle imprese

USI E CONSUETUDINI

La Camera di Commercio si occupa dell’accertamento degli usi e consuetudini e della loro revisione. Si tratta di un compito importante essendo questi una delle fonti del Diritto.
Gli “usi” sono comportamenti generali e costanti nel tempo, osservati dalla comunità nella convinzione della loro obbligatorietà. Le imprese possono fare riferimento agli usi in materie non regolamentate dalla Legge o quando dalla stessa norma legislativa espressamente richiamati. La Camera di Commercio provvede, una volta accertati, alla pubblicazione degli usi e alla loro revisione con cadenza quinquennale.
La pubblicazione camerale riporta gli usi e le consuetudini vigenti nella provincia in materia di: attività immobiliari, industria, zootecnia, commercio, trasporto, credito, ecc.
La pubblicazione avviene in un volume facilmente consultabile dagli operatori economici e dai consumatori della provincia. Recentemente è stata approvata la raccolta relativa al quinquennio 1995/2000.

CONTROLLO DELLE TARIFFE IDRICHE

Tale controllo è finalizzato all’adeguamento delle tariffe dei servizi idrici applicate dai Comuni, dalle Società e dai Consorzi eroganti. L’Ufficio è competente a valutare la conformità alla normativa vigente degli aumenti richiesti dai soggetti che, presentando appositi formulari, richiedono la rideterminazione delle tariffe.

SANZIONI

  • L’Ufficio emette provvedimenti sanzionatori di natura amministrativa a seguito di violazioni commesse da operatori economici ai quali sia stato contestato o notificato, da parte degli organi accertatori, un illecito amministrativo.
  • Presso questo Ufficio si instaura un procedimento e gli interessati possono far valere i loro diritti presentando scritti difensivi o chiedendo di essere ascoltati personalmente.
  • A conclusione, l’Ufficio emette un’ordinanza-ingiunzione imponendo al trasgressore una pena pecuniaria o, nel caso non vi siano le condizioni per procedere, una ordinanza di archiviazione. L’Ufficio oltre a seguire l’eventuale contenzioso, in caso di impugnazione dell’ordinanza di ingiunzione, provvede anche a gestire l’attività connessa alla riscossione delle sanzioni, tramite la predisposizione di ruoli da inviare al concessionario della riscossione al fine del recupero coattivo delle somme iscritte.

ISPEZIONI

  • L’Ufficio ha competenze in attività di natura ispettiva che comportano l’accesso ai luoghi di commercializzazione o di produzione di determinati beni, in occasione delle quali, viene verificata la rispondenza alle disposizioni di legge e regolamenti dei comportamenti dei titolari responsabili dei relativi esercizi.
  • Tale attività assume significativa rilevanza in ragione delle numerose disposizioni comunitarie di recente recepimento sia in materia di sicurezza dei prodotti che di tutele dei consumatori.

Le ispezioni possono essere:

  • predefinite e periodiche (es. settore tessile, calzature, giocattoli);
  • sollecitate dalle imprese (utilizzo amidi);
  • richieste da organismi esterni per tutelare particolari interessi o per finalità preventive di particolari rischi.