Comunicazione Unica

Comunicazione Unica

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

L’articolo 9 del D.L. 31 gennaio 2007 n. 7, al primo e secondo comma, dispone:

 “Ai fini dell’avvio dell’attività di impresa, l’interessato presenta all’ufficio del Registro delle imprese, per via telematica o su supporto informatico, la comunicazione unica per gli adempimenti di cui al presente articolo.
La comunicazione unica vale quale assolvimento di tutti gli adempimenti amministrativi previsti per l’iscrizione al Registro imprese ed ha effetto, sussistendo i presupposti di legge, ai fini previdenziali, assistenziali, fiscali … nonché per l’ottenimento del codice fiscale e della partita IVA …”.

Aprire un’impresa comporta spesso l’obbligo di eseguire una pluralità di adempimenti amministrativi e presso una pluralità di Pubbliche Amministrazioni:

  • richiedere l’attribuzione del codice fiscale e della partita IVA all’Agenzia delle Entrate;
  • attivare lo specifico procedimento amministrativo per il legittimo avvio dell’attività;
  • iscrivere l’impresa al Registro delle imprese, se commerciale;
  • annotare l’impresa nel Registro delle imprese con la qualifica “artigiana”, se artigiana;
  • assolvere gli adempimenti INPS ai fini previdenziali;
  • assolvere gli adempimenti INAIL ai fini assicurativi.

Prima di Comunica le imprese provvedevano a questi adempimenti separatamente e con modalità diverse per ciascuna Pubblica Amministrazione interessata: per via telematica, tramite fax, su supporto informatico o cartaceo da presentarsi allo sportello competente.

Questi stessi adempimenti possono ora essere eseguiti con un’unica modalità e cioè, presentando soltanto al Registro delle imprese una sola comunicazione: la “Comunicazione Unica”, una singola pratica digitale, contenente le domande rivolte a tutte le Pubbliche Amministrazioni interessate. E’ poi il sistema informatico del Registro delle imprese che, una volta ricevuta la Comunicazione Unica, smista le varie domande nella stessa contenute, inoltrandole automaticamente alle Amministrazioni destinatarie.

Le imprese non devono più recarsi presso le singole Pubbliche Amministrazioni interessate, né devono attivare diversi procedimenti con formalità diverse fra loro.

La Comunicazione Unica nasce, quindi, per ridurre il peso della burocrazia sulle imprese al fine di sostenerne la nascita e lo sviluppo. In tal modo, il legislatore ha inteso alleggerire l’impresa dalle innumerevoli formalità previste per avviare l’attività, consentendogli la possibilità di espletare i principali adempimenti amministrativi con un unico invio (anche se non ancora con un unico modello).

A decorrere dal 1° aprile 2010, tutte le domande, le dichiarazioni e le denunce previste dalla normativa previgente ai fini fiscali, assicurativi, previdenziali, amministrativi e pubblicitari, sono sostituite dalla Comunicazione Unica.

Per tutte le informazioni generali sulla Comunicazione Unica e per il supporto alla predisposizione e all’invio della pratiche, le Camere di Commercio mettono a disposizione il call center 199.50.20.10.

Per le altre informazioni riguardanti gli Enti:

Agenzia delle Entrate contattare il numero 848.800.444
INPS ed INAIL contattare il numero 803.164
Tutte le informazioni, i software, le guide e le modalità di deposito sono disponibili sul portale www.registroimprese.it