Certificati, Visure e Copie

Certificati, visure e copie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

Il Registro delle Imprese è pubblico e chiunque può consultarlo. La consultazione avviene tramite la richiesta di Visure, Certificati ed Elenchi. In alternativa alla richiesta allo sportello, è possibile ottenere certificati e visure on-line utilizzando il servizio Telemaco. Presso gli sportelli anagrafici è possibile ottenere i certificati e le visure relative a qualsiasi impresa iscritta nel registro. Il certificato può essere di tipo ordinario (riporta i dati essenziali), storico (con tutto ciò che è stato denunciato dall’impresa) oppure con il dettagliato elenco dei poteri attribuiti ai vari soggetti dell’impresa, e di vigenza che attesta che nei confronti dell’impresa non risultano pervenute sentenze relative a procedure concorsuali. La visura, invece, è un documento in carta semplice, senza valore legale, che riporta le informazioni giuridiche ed economiche contenute nel Registro delle Imprese, di tipo ordinaria o storica. Può essere richiesta per tutte le imprese iscritte presso le Camere di Commercio di tutto il territorio nazionale. Agli sportelli anagrafici, infine, è possibile richiedere gli elenchi di imprese e delle unità operative ricavabili dalle banche dati anagrafiche camerali. Gli elenchi semplici sono costituiti dal nominativo e relativo indirizzo degli operatori iscritti al registro imprese ed all’albo artigiani. Possono riguardare un contesto provinciale, più comuni od un singolo comune di una qualunque provincia italiana e possono essere selezionati sulla base delle classificazioni ISTAT. Gli elenchi complessi riportano, oltre ai dati di tipo anagrafico, il codice fiscale, l’eventuale recapito telefonico, la descrizione dell’attività, il numero degli addetti (se dichiarato) ed il capitale sociale. Per tutti i tipi di certificati, visure ed elenchi il pagamento dei diritti di segreteria avviene presso lo sportello anagrafico. Documentazione Antimafia: novità dal 13° febbraio 2013 Dal 13 febbraio 2013 la documentazione antimafia è richiesta esclusivamente alle competenti prefetture. Le Pubbliche Amministrazioni per il riscontro delle dichiarazioni sostitutive rese dalle imprese dovranno utilizzare il portale http://verifichepa.infocamere.it ulteriori approfondimenti in: desertificazione. La PA non chiede più certificati: novità dal 1° gennaio 2012 Dal 1 gennaio 2012 i certificati avranno validità solo nei rapporti tra i privati e le amministrazioni non potranno più chiedere ai cittadini certificati o informazioni già in possesso di altre pubbliche amministrazioni. Con l’entrata in vigore della Legge di Stabilità (L. 183/2011), gli uffici pubblici non possono rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni (art. 40 DPR 445/2000). I certificati rilasciati agli sportelli camerali, pertanto, possono essere rilasciati solo a uso privato e, pena nullità, riportano la dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

Richiesta certificati speciali (⇓)

La Camera di Commercio di Latina  rilascia, altresì, certificazioni a uso giudizio di lavoro richiesti ai sensi dell’art. 10 della legge 533/1973 e successive modificazioni. Questi certificati non sono soggetti né a marche da bollo né a diritti di segreteria.
I certificati con questa caratteristica possono essere richiesti esclusivamente dai legali a cui è stato conferito il patrocinio per la causa di lavoro e possono essere rilasciati solo per imprese iscritte presso il Registro Imprese di Latina.
La richiesta va presentata esclusivamente compilando e sottoscrivendo  il modello certificato giudizio di lavoro contenente una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art.47 del D.P.R. 445/2000, allegando copia del tesserino di iscrizione all’ordine degli avvocati .

Richiesta certificati per giudizio cause lavoro (⇓)

 

COPIA ATTI E CONSULTAZIONE FASCICOLI

La Camera di Commercio può rilasciare copia di:

  • tutti gli atti iscritti o depositati presso il Registro Imprese di Latina oppure presso la Cancelleria commerciale del Tribunale di Latina (prima del 19 febbraio 1996) da imprese con sede a Latina e provincia;
  • tutti gli atti iscritti e depositati a partire dal 19 febbraio 1996 da imprese con sede in qualunque provincia italiana.

È inoltre possibile consultare il fascicolo di un’impresa:

  • dai Registri imprese di Latina e di tutta Italia (contiene gli atti iscritti o depositati dalle imprese dopo il 19 febbraio 1996);
  • dalla Cancelleria commerciale del Tribunale di Latina (contiene gli atti iscritti o depositati dalle imprese di Latina e provincia prima del 19 febbraio 1996);

Per ottenere copia degli atti e per consultare i fascicoli delle imprese, da chiunque interessato a conoscere o ad acquisire i dati, è necessario fare un’apposita richiesta agli sportelli (previa compilazione del modello in calce).

 

Costi
Il rilascio delle copie degli atti iscritti o depositati nel Registro delle Imprese e la consultazione dei fascicoli sono soggetti al pagamento dei diritti di segreteria nella misura stabilita con decreto ministeriale.
Per ogni richiesta di copie da fascicolo cartaceo il diritto di segreteria fisso è di € 5,00 (più 0,10 € per ogni pagina estratta).
Per ogni richiesta di copie archiviate otticamente il diritto di segreteria fisso è di € 6,00.
Per la consultazione del fascicolo i diritti di segreteria sono di € 15,00 (comprensivi del rilascio di una copia di un atto estratto, nei limiti di 10 pagine; per ogni ulteriore pagina si applica la tariffa di € 0,10).
La consultazione da parte dell’impresa sul proprio fascicolo è esente da diritti.

Richiesta atti e consultazione fascicolo (⇓)