Registro A.E.E.

Registro A.E.E.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

Il R.A.E.E. il Registro dei priduttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche, è stato istituito con il D.Lgs. n.151/2005.
E’ considerato produttore e deve iscriversi al Registro chiunque:

  • fabbrica e vende apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il suo marchio
  • rivende con il proprio marchio apparecchiature prodotte da altri fornitori; il rivenditore non è considerato “produttore” se l’apparecchiatura reca il marchio del produttore a norma del punto precedente
  • importa o immette per primo, nel territorio nazionale apparecchiature elettriche ed elettroniche nell’ambito di un’attività professionale e ne opera la commercializzazione, anche mediante vendita a distanza. Le apparecchiature acquistate a San Marino e nella Città del Vaticano sono da considerarsi “importate” e dunque i relativi distributori in Italia o Unione Europea sono a tutti gli effetti soggetti all’iscrizione al registro
  • produce apparecchiature elettriche ed elettroniche destinate esclusivamente all’esportazione. Quest’ultimo è considerato produttore solo ai fini dell’obbligo della progettazione dei prodotti, delle comunicazioni annuali e dell’iscrizione al registro dei produttori. Devono inoltre iscriversi al registro i sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei R.A.E.E.

L’articolo 29 del Decreto Legislativo del 14 marzo 2014, n.49, conferma il ruolo del Registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei RAEE, istituito e funzionante ai sensi del regolamento 25 settembre 2007, n.185 al fine di garantire la raccolta e la tenuta delle informazioni necessarie a verificare il rispetto delle prescrizioni del decreto legislativo e il corretto trattamento dei RAEE e di consentire la definizione delle quote di mercato.
I produttori sono tenuti ad iscriversi al Registro nazionale, in via telematica, prima che inizino ad operare nel territorio italiano, secondo le modalità indicate all’articolo 1 del regolamento 25 settembre 2007, n.185.
Ai sensi dell’articolo 4 comma 1 punto g) del D. Lgs. 49/2014 è considerato produttore, e quindi soggetto agli obblighi previsti dall’art. 8 del D. Lgs., la persona fisica o giuridica che, qualunque sia la tecnica di vendita utilizzata, compresa la comunicazione a distanza:

  • è stabilita nel territorio nazionale e fabbrica AEE recanti il suo nome o marchio di fabbrica oppure commissiona la progettazione o la fabbricazione di AEE e le commercializza sul mercato nazionale apponendovi il proprio nome o marchio di fabbrica;
  • è stabilita nel territorio nazionale e rivende sul mercato nazionale, con il suo nome o marchio di fabbrica, apparecchiature prodotte da altri fornitori; il rivenditore non viene considerato ‘produttore’, se l’apparecchiatura reca il marchio del produttore a norma del numero 1);
  • è stabilita nel territorio nazionale ed immette sul mercato nazionale, nell’ambito di un’attività professionale, AEE di un Paese terzo o di un altro Stato membro dell’Unione europea;
  • è stabilita in un altro Stato membro dell’Unione europea o in un paese terzo e vende sul mercato nazionale AEE mediante tecniche di comunicazione a distanza direttamente a nuclei domestici o a utilizzatori diversi dai nuclei domestici;

Il produttore di AEE soggetto agli obblighi di cui al comma 1 può immettere sul mercato dette apparecchiature solo a seguito di iscrizione presso la Camera di commercio di competenza.
All’interno del Registro, oltre alla Sezione relativa ai sistemi collettivi di gestione dei RAEE domestici, è istituita una apposita sezione relativa ai sistemi individuali riconosciuti ai sensi dell’articolo 9.

Modalità di iscrizione

L’iscrizione al Registro presso la Camera di Commercio della provincia in cui si trova la sede legale dell’impresa avviene con modalità telematica connettendosi al sito www.impresa.gov.it.
Maggiori informazioni per l’iscrizione al Registro sono disponibili all’indirizzo www.registroaee.it
Una volta effettuata l’iscrizione, a ciascun produttore viene rilasciato informaticamente un numero di iscrizione che dovrà essere riportato in tutti i documenti di trasporto e nelle fatture commerciali entro 30 giorni dal suo rilascio.
I costi da sostenere per l’Iscrizione sono:

  • Imposta di bollo: € 16,00 da versare alla Camera di Commercio di Latina unicamente tramite Telemaco Pay o su c.c.p. n. 12036042 (indicare la seguente causale: Imposta di bollo per Iscrizione RAEE).
  • Diritti di segreteria: € 30,00 da versare alla Camera di Commercio di Latina unicamente tramite Telemaco Pay o su c.c.p. n. 12036042 (indicare la causale: Diritti Segreteria Iscrizione RAEE).
  • Tassa di concessione governativa: € 168,00 da versare su c/c postale n.8003 intestato all’Agenzia delle Entrate – Ufficio di Roma 2 – Centro Operativo di Pescara – Tasse Concessioni Governative (Codice Causale: 8617 – Altri Atti).

Modalita’ per le modifiche

I produttori e i sistemi collettivi di finanziamento comunicano, con le medesime modalità previste per l’iscrizione al Registro, qualsiasi variazione dei dati comunicati al momento dell’iscrizione, nonché la cessazione dell’attività entro il termine di 30 giorni dalla data in cui si è verificata la modifica o la cessazione dell’attività.
I costi da sostenere per la modifica sono:

  • Imposta di bollo: € 16,00 da versare alla Camera di Commercio di Latina unicamente tramite Telemaco Pay o su c.c.p. n. 12036042 (indicare la seguente causale: Imposta di bollo per Variazione RAEE).
  • Diritti di segreteria: € 30,00 da versare alla Camera di Commercio di Latina unicamente tramite Telemaco Pay o su c.c.p. n. 12036042 (indicare la causale: Diritti Segreteria Variazione RAEE).
  • Tassa di concessione governativa non è dovuta

Comunicazione Annuale

Entro il 30 aprile di ogni anno, i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti nel Registro sono tenuti a comunicare la quantità e le categorie di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato nel corso dell’anno precedente.
La comunicazione annuale viene trasmessa con modalità telematica connettendosi al sito www.impresa.gov.it
Il manuale per l’invio della comunicazione annuale è disponibile all’indirizzo www.registroaee.it

Sanzioni

Ai sensi dell’art.16, comma 7, del D. Lgs. n. 151/2005 il produttore che, senza avere provveduto all’iscrizione presso la Camera di Commercio, immette sul mercato apparecchiature elettriche ed elettroniche, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 30.000 a € 100.000.
Ai sensi dell’art.16, comma 8, del D.Lgs. n.151/2005 il produttore che non effettua la comunicazione annuale o la effettua in modo incompleto o inesatto, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 2.000 a € 20.000.

Normativa

D.Lgs n.151, del 25 luglio 2005 (⇓)
Decreto Ministero dell’Ambiente n.185, del 25 settembre 2007 (⇓)
D.Lgs n.49, del 14 marzo 2014 (⇓)
D.Lgs n.49, del 14 marzo 2014 – All.IX (⇓)

Contatti
Comito Anna Maria – Tel. 0773 672228 annamaria.comito@lt.camcom.it
Capomaccio Nicola – Tel. 0773 672229 nicola.capomaccio@lt.camcom.it
Di Iorio Rosmunda – Tel.0773 672225 rosmunda.diiorio@lt.camcom.it