Ufficio protesti

Ufficio Protesti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

La Camera di Commercio pubblica entro i primi 15 giorni di ogni mese, l’elenco dei protesti di cambiali, tratte accettate, assegni bancari e postali levati dagli Ufficiali levatori competenti dal giorno 27 di due mesi precedenti al giorno 26 del mese precedente (ad esempio, entro il 15 giugno si pubblicano i protesti levati dal 27 aprile al 26 maggio).
La Camera di Commercio rilascia visure  e/o certificati dei protesti iscritti in tutta Italia nel Registro Protesti negli ultimi cinque anni. Tale termine di conservazione è a pena di decadenza e prescrizione estintiva e deve essere rispettato anche da chi detiene banche dati private sull’affidabilità di persone e società.
Le domande di cancellazione dal Registro dei Protesti si presentano alla Camera di Commercio che ha tempo 20 giorni dal ricevimento dell’istanza per emettere un provvedimento di accoglimento o di diniego. Nel caso di diniego la Camera di Commercio avrà cura di darne preventiva comunicazione all’interessato (con contestuale interruzione dei termini del procedimento), con la possibilità di presentare ulteriori osservazioni e/o di integrare ulteriormente la documentazione presentata.
Entro i 5 giorni successivi all’accoglimento dell’istanza la Camera di Commercio provvederà alla cancellazione del protesto dal Registro Protesti.
Le domande di cancellazione debbono essere presentate dai soggetti a nome dei quali risultano levati i protesti, tranne nel caso di specifica delega alla presentazione ad un terzo, debitamente siglata in originale e accompagnata da fotocopia del da documento di identità in corso di validità e del delegante e del soggetto delegato.
Le domande di cancellazione, corredate dalla prescritta documentazione e dai titoli protestati, possono essere presentate  anche per posta presso la sede centrale della Camera di Commercio a Latina in Via Umberto I, n.80.

Riferimenti normativi:
Legge 12 febbraio 1955, n.77
Pubblicazione elenchi cambiari
Legge 15 novembre 1995, n.480
Istituzione del Registro Informatico dei Protesti
Legge 7 marzo 1996, n.108
Disposizioni in materia di usura (artt. 17 e 18 riabilitazione e sospensione in caso di usura)
DPR 9 agosto 2000, n.316
Regolamento recante le modalità di attuazione del Registro informatico dei protesti
Legge 18 agosto 2000, n.235
Nuove norme in materia di cancellazione dei protesti cambiari
Legge 12 dicembre 2002, n.273
Misure per favorire l’iniziativa privata e lo sviluppo della concorrenza (art.45 obbligo di indicazione del codice fiscale del debitore nella cambiale e nella tratta accettata)

Per informazioni
Ufficio Protesti
Marco Garozzo – Tel.0773 672220 marco.garozzo@lt.camcom.it

Nuova procedura di cancellazione protesti
Procedura di riabilitazione protesti (⇓)
Procedura di richiesta titoli cancellati (⇓)
Nuova procedura di cancellazione protesti (⇓)

Modulistica
Modulo richiesta visure e certificati (⇓)
Istanza di cancellazione protesti cambiari (⇓)
Istanza di cancellazione protesti per riabilitazione (⇓)
Istanza di annotazioni (⇓)
Dichiarazione sostitutiva persona fisica (⇓)
Dichiarazione sostitutiva società (⇓)
Richiesta restituzione titoli cambiari originali (⇓)