Mediazione

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

Con l’entrata in vigore del D.Lgs. 4 marzo 2010, n.28, il tradizionale procedimento di conciliazione ha trovato un’organica disciplina legislativa, assumendo la denominazione di “mediazione”. Più esattamente, con il termine “mediazione” si intende il procedimento con il quale, grazie all’intervento di un mediatore qualificato, indipendente, imparziale e neutrale, si cerca di individuare una soluzione amichevole ad un conflitto che oppone due o più parti. La mediazione si conclude con un atto negoziale cui si dà il nome di “conciliazione”. La conciliazione, dunque, è il fine cui tende l’attività di mediazione.

Quali vantaggi offre

  • Rapidità dei tempi di soluzione
  • Semplicità e informalità della procedura
  • Costi ridotti e predeterminati
  • Riservatezza della procedura

Quando si fa

Il ricorso alla procedura di mediazione, oltre che su base volontaria, è previsto:

  • su invito del giudice alle parti (mediazione delegata). Il giudice valutata la natura della causa, lo stato dell’istruttoria e il comportamento delle parti, può invitare le stesse a rivolgersi ad un organismo di mediazione per tentare un componimento bonario della lite;
  • per la presenza di una clausola di mediazione in un contratto, Statuto o atto costitutivo di società (mediazione contrattuale)
  • quando la mediazione è condizione di procedibilità (mediazione obbligatoria). Nelle seguenti materie, espressamente elencate all’art.5, del D.Lgs.n.28/2010, è previsto un tentativo obbligatorio di mediazione, per le quali cioè, in caso di controversia, non è possibile adire immediatamente la giustizia ordinaria: diritti reali, divisioni, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione con mezzo della stampa o con altro mezzo idoneo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari. Da marzo 2012 la condizione di procedibilità sarà estesa anche alla materia condominiale e alle controversie in materia di risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.

Come fare

La mediazione si avvia tramite il deposito di una domanda presso la Segreteria del Servizio, che provvederà a contattare l’altra parte e ad organizzare il primo incontro secondo le modalità stabilite nell’apposito Regolamento

Riferimenti normativi

Modulistica:

 

Contatti
Avv. Annalisa Di Giulio – tel. 0773 672278 annalisa.digiulio@lt.camcom.it
Concetta Talora – tel. 0773 672304 mariaconcetta.talora@lt.camcom.it
legale@lt.legalmail.camcom.it