Informazioni relative al pagamento

Informazioni relative al pagamento

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

Importanti novità:

  1. la scadenza del pagamento del diritto annuale 2017 quest’anno è il 30 giugno 2017 (ovvero il termine del pagamento del 1° acconto delle imposte);
  2. l’importo dovuto per l’anno 2017 sarà il medesimo di quello dovuto, a parità di fatturato, per l’anno 2016. Il Decreto autorizzatorio firmato in data 22 maggio 2017 è stato registrato presso la Corte dei Conti.
  3. il 16 giugno 2017 è l’ultimo giorno per regolarizzare il diritto annuale 2016 eventualmente non pagato.

Il diritto annuale 2017, da pagare entro il termine per il versamento del 1° acconto delle imposte (da quest’anno 30 giugno 2017 ai sensi dell’art. 17, comma 1 DPR 435/2001 e smi), dovrà essere determinato utilizzando i medesimi importi, scaglioni di fatturato ed aliquote previste nell’anno 2014.

Per l’anno 2017 è prevista una riduzione del 50% dell’importo del diritto annuale rispetto all’anno 2014, come stabilito dal comma 1 dell’art.28 della Legge n.114/2014. Tuttavia, il Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 22 maggio 2017, registrato alla Corte dei Conti, ha attuato quanto previsto dall’articolo 18, comma 10, della Legge n.580/93, come modificato dal Decreto Legislativo n.219/2016 con un nuovo incremento del diritto annuale, nella misura del 20%; le modalità di determinazione del diritto annuale per l’anno 2017 tengono conto della quota destinata al finanziamento di progetti strategici, da applicare secondo le misure previste dall’articolo 28, comma 1, del Decreto legge 24 giugno 2014, n.90 convertito con modificazioni nella Legge 11 agosto 2014, n.114 e con le modalità applicative di cui al Decreto interministeriale 8 gennaio 2015.

Pertanto, le imprese individuali e le società (a parità di fatturato rispetto all’anno precedente) a seguito del suddetto decreto di approvazione del finanziamento dei progetti strategici, pagheranno la stessa somma dell’anno 2016 (dunque, a parità di fatturato, con una riduzione del 40% rispetto al diritto dovuto nel 2014, ovvero l’importo dovuto nel 2014 ridotto del 50% e poi maggiorato del 20%).

Nelle more della registrazione da parte della Corte dei Conti del suddetto Decreto, che autorizza la maggiorazione del diritto annuale nella misura del 20%, le imprese erano tenute a versare il diritto annuale ridotto del 50% rispetto al 2014 entro il 30 giugno 2017 (ovvero entro il primo acconto delle imposte all’articolo 17 commi 1 e 2 del D.P.R. 7 dicembre 2001 n. 435) salvo poi provvedere al versamento del conguaglio (pari al 20% relativa alla maggiorazione del 20% sull’importo come sopra determinato) entro il 30 novembre 2017, ovvero entro il termine di cui all’articolo 17 comma 3, lettera b) del D.P.R. 7 dicembre 2001 n. 435.

Dopo che il Decreto di autorizzazione è entrato in vigore, il versamento deve essere effettuato in un’unica soluzione comprensivo della maggiorazione del 20%, ovvero con gli stessi importi, a parità di fatturato e condizioni, dell’anno 2016.

Una volta determinato l’importo si provvede poi all’arrotondamento come prescritto nella nota MISE n. 19230 del 3 marzo 2009.

Il diritto deve essere versato in un’unica soluzione mediante il modello F24 telematico entro il 30 giugno 2017, ovvero entro il termine per il pagamento del primo acconto delle imposte.

Anche quest’anno la consueta lettera informativa verrà inviata con modalità telematica, tramite P.E.C. (posta elettronica certificata).

La scadenza del 16 giugno 2017 (ovvero entro un anno dalla violazione) è riservata a coloro che vogliono regolarizzare il diritto annuale 2016 mediante il ravvedimento operoso, istituto con il quale è possibile avvalersi di una sanzione ridotta pari al 6% (sull’argomento vedere paragrafo dedicato).

Di seguito si sintetizzano le scadenze del diritto annuale:

16 giugno 2017*: Ultimo giorno per sanare eventuali irregolarità riferite all’anno 2016 con ravvedimento operoso;
30 giugno 2017**: DALL’ENTRATA IN VIGORE IL DM (22 maggio 2017) CHE AUTORIZZA LA MAGGIORAZIONE DEL 20%

Ultimo giorno, salvo eventuali proroghe per studi di settore, per pagare il diritto annuale 2017, con gli stessi importi del 2016, senza maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;

 
30 luglio 2017***: DALL’ENTRATA IN VIGORE IL DM (22 maggio 2017) CHE AUTORIZZA LA MAGGIORAZIONE DEL 20%

Ultimo giorno, salvo eventuali proroghe per studi di settore,  per pagare il diritto annuale 2017, con gli stessi importi del 2016,  applicando la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;

30 novembre 2017****:

CHI HA GIA’ PAGATO L’IMPORTO DEL DIRITTO ANNUALE 2017, PRIMA DELLA REGISTRAZIONE, CON LA RIDUZIONE DEL 50% RISPETTO ALL’ANNO 2014 DEVE INTEGRARE PAGANDO LA MAGGIORAZIONE DEL 20% DELL’IMPORTO PAGATO.

Ultimo giorno per pagare la maggiorazione del 20% autorizzata dal MISE (con l’entrata in vigore del DM del 22 maggio 2017), solo per coloro che hanno già pagato il diritto annuale 2017 prima della registrazione senza aver pagato i nuovi importi*****.

*Ovvero entro un anno dalla violazione ai sensi del DM n. 54/2005
**Ai sensi dell’art. 17, comma 1, del D.P.R. n. 435/2001 – 1° acconto per il pagamento delle imposte. Se cade di sabato o festivi il termine slitta al primo giorno feriale successivo
***Ai sensi dell’art. 17, comma 2, del D.P.R. n. 435/2001 – 1° acconto per il pagamento delle imposte con maggiorazione dello 0,40%. Se cade di sabato o festivi il termine slitta al primo giorno feriale successivo
****Ai sensi dell’art. 17, comma 3, lettera b) del D.P.R. n. 435/2001 –2° acconto per il pagamento delle imposte. Se cade di sabato o festivi il termine slitta al primo giorno feriale successivo
*****Si invita a consultare il sito camerale in prossimità della scadenza del 30 novembre per avere informazioni circa la registrazione alla Corte dei Conti del Decreto autorizzativo.

 

Contatti
Silvia Abussi – Tel. 0773672260 – silvia.abussi@lt.camcom.it
Roberta Dell’Aquila – Tel. 0773672267 – roberta.dellaquila@lt.camcom.it
Simona Marzelli – Tel. 0773672300 – simona.marzelli@lt.camcom.it

dirittoannuo@lt.camcom.it
dirittoannuo@lt.legalmail.camcom.it